lunedì 20 febbraio 2017

ALCOL E LAVORO


Risultati immagini per alcol e lavoro


Lavorare in sicurezza è un diritto e un dovere per tutti. 

Il lavoro in sicurezza

La legge prevede che è vietato assumere bevande alcoliche (art. 15 Legge 125 del 2001), se l’attività lavorativa svolta comporta un elevato rischio di infortuni sul lavoro oppure sulla sicurezza e sulla incolumità e la salute di altre persone. Pertanto l’alcolemia deve essere zero.

Chi svolge un’attività lavorativa a rischio elevato di incidenti per se e per gli altri non deve assumere bevande alcoliche prima e durante lo svolgimento della propria attività.
Infatti è necessario sapere che dopo l'ingestione di sostanze alcoliche, 

L'alcolemia raggiunge il punto massimo in circa mezz'ora se il consumo è stato effettuato a digiuno, o circa un'ora se la bevanda è assunta durante o dopo un pasto.
Mediamente occorrono da una a due ore per eliminare ogni unità alcolica bevuta.

Le conseguenze del consumo di alcol negli ambienti di lavoro


L’alcol può esporre a forti rischi di incidenti o infortuni anche in conseguenza di un singolo e occasionale episodio di consumo, spesso erroneamente valutato come innocuo per la salute e per la propria capacità di attenzione e reazione. È necessario essere consapevoli che bere alcolici sul luogo di lavoro può rappresentare un rischio per la sicurezza propria e dei colleghi di lavoro.
L’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) stima che il 10-30% degli infortuni sul lavoro siano alcol correlati. 

Inoltre, l’effetto tossico di alcune sostanze presenti negli ambienti di lavoro è  potenziato dall’alcol e può causare danni in particolare al fegato, al sistema nervoso centrale e all’apparato cardiovascolare.
Per esempio, risultano dannose le seguenti associazioni: 
Alcol+Solventi (cloruro di vinile, eptano, benzolo, tricloroetilene)
Alcol+Pesticidi (DDt, Dieltrin, Organofosforici)  
Alcol+Metalli (piombo, mercurio, cromo, cobalto, manganese)
Alcol+Nitroglicerina

Le convinzioni sbagliate riguardo il consumo di alcol

Cerchiamo di chiarire alcune convinzioni sbagliate che tendono a favorire il consumo di alcol sul luogo di lavoro.

·         Molti consumano alcol dopo pranzo o durante il pasto pensando che l’alcol contribuisca alla digestione e che la favorisca. Niente di più errato! L’alcol rallenta la digestione e di conseguenza rallenta anche lo svuotamento dello stomaco.
·         Il vino fa bene ed è comune pensare che “fa buon sangue”. In realtà l’alcol è responsabile di varie forme di anemia e di aumento dei grassi presenti nel sangue.
·         Le bevande alcoliche sono dissetanti. Non è vero! Disidratano e aumentano la sensazione di sete
·         L’alcol da calore Non è vero! Produce una momentanea e ingannevole sensazione di calore con successivo raffreddamento del corpo e aumento del rischio di assideramento.
·         L’alcol da forza Non è vero! L‘alcol è un sedativo e produce soltanto una diminuzione del senso di affaticamento e della percezione del dolore.
·         L’alcol rende sicuri Non è vero! L’alcol disinibisce, eccita e aumenta il senso di socializzazione anche nelle persone più timide ma, superata l’euforia iniziale, agisce come un potente depressivo.

Alcol: Consigli per i lavoratori

E’ bene non assumere bevande alcoliche sia prima che durante qualsiasi attività lavorativa. Gli effetti dell’alcol sono imprevedibili, pertanto i postumi di eccesso del bere potrebbero verificarsi in occasione di lavoro.
L’assunzione di alcol è tassativamente vietata dalla legge quando si svolgono attività ad elevato rischio per se e per gli altri.Non offrire da bere alcolici a chi sta per svolgere un lavoro, e comunque non esercitare pressioni al bere nei confronti dei colleghi.
Durante le pause di lavoro, scegliere bevande analcoliche: i succhi di frutta sono particolarmente raccomandati perché aiutano a prevenire la stanchezza.
Se, per vari motivi, non bevi vino o birra, non devi cominciare a farlo in virtù di possibili effetti protettivi: le sostanze antiossidanti e comunque protettive in questione si trovano infatti in una grandissima varietà di prodotti ortofrutticoli!

Se ti accorgi di avere difficoltà a mantenere l’astinenza, in particolare sul lavoro, parlane con il medico aziendale

Nessun commento:

Posta un commento