mercoledì 22 febbraio 2017

DIPENDENZA DAGLI ALTRI O CODIPENDENZA: INIZIA IL NOSTRO VIAGGIO

Risultati immagini per camminoCODIPENDENZA: I NOSTRI COMPAGNI DI "STRADA"

Mi piace scrivere compagni di strada piuttosto che compagni di viaggio.
La strada rende più chiaro il cammino che ci aspetta. Non ci sono mezzi che possono facilitare questo percorso. Siamo noi con le nostre nuove capacità a camminare e a capire quando riposare, quando accelerare e quando camminare. Pensate, abbiamo la possibilità di chiedere a un compagno di vita di accompagnarci anche solo per un breve tratto sulla nostra strada.

Mi viene in mente una storia letta da bambina:

Un uomo percorreva la sua strada lungo la riva del mare. Accanto alle sue orme ci sono le orme del Signore che cammina con lui. Mentre il percorso continua, il viandante comincia a essere stanco, ha paura di cadere, di fermarsi e non riuscire più ad alzarsi. Ad un tratto sente dentro di sè una forza insperata che gli permette di continuare il cammino. Dopo un po' si accorge che le orme del Signore non ci sono più. Ed ecco la Sua preghiera. "Signore, prima quando il cammino e semplice e non avevo bisogno di Te,Tu mi camminavi al fianco e non mi hai mai lasciato. Ora che ho provato il dolore, la delusione, la stanchezza e la disperazione ho dovuto fare tutto da solo!!!

Il Signore nella Sua umiltà risponde: " Figlio, in questo momento difficile ti sto portando in braccio ed è per questo che non vedevi le mie impronte di fianco alle tue. Quelle che vedi sono le mie!!"

Sulla strada del recupero dalle dipendenze abbiamo degli amici che sanno e conoscono bene l'isolamento e la disperazione e che ora possono insegnarci l'amicizia e la forza.
Riconosciamo una fiducia nuova negli uomini. Vediamo la nostra anima specchiata nell'anima dell'altro. Nel gruppo troveremo accettazione e comprensione. Non critica e giudizio.

CONOSCERE SE STESSI PER AVERE RAPPORTI SANI CON GLI ALTRI

L'amore, il sostegno e la sicurezza che troviamo nel nostro gruppo di recupero dalla Codipendenza o dipendenza dagli altri ci danno la possibilità di esaminare i nostri caratteri e i nostri atteggiamenti co-dipendenti e scoprirne le cause. Impariamo ad accettare sostegno e guida da parte degli altri o di chi abbiamo scelto come Potere superiore (colui o colei o spirito religioso che ci riesce a fermare e a non cadere nella dipendenza). 

Riconosciamo che il nostro passato è stato difficile, accettiamo di scoprire dove tutto ciò è iniziato. Per molti di noi la causa potrebbe essere rintracciata negli abusi o nell'abbandono che hanno segnato le loro relazioni dell'infanzia.

Non è facile entrare nel nostro dolore ma dobbiamo accettare che è necessario riconoscere il nostro dolore come parte integrante della nostra vita da dipendenti.

Tutto ciò non riguarda solo la nostra infanzia, le nostre emozioni e il nostro fisico ma anche tutti gli aspetti della nostra vita sia sul piano sessuale, intellettuale che spirituale. Il nostro passato influisce sulla nostra vita da adulti per quel che riguarda tanto la nostra capacità di amare noi stessi e gli altri, quanto quella di essere amati. 

Nessun commento:

Posta un commento