lunedì 6 marzo 2017

ECSTASY


Risultati immagini per IMMAGINI ECSTASY

 COS’E’ l’ECSTASY

L’ecstasy è una combinazione di una droga allucinogena (che provoca allucinazioni) e di una anfetaminica (che provoca eccitazione).
L’ecstasy determina alterazioni delle percezioni sensoriali e distorsione della realtà con effetti diversi in base alla combinazione delle due componenti.
La droga viene quasi sempre assunta sotto forma di compresse o capsule. Se ne fa spesso uso in discoteca per esaltare le sensazioni musicali. Occasionalmente viene sniffata, fumata o iniettata con grave pericolo. L’ecstasy crea dipendenza psicologica.
Questa droga spesso può assumere grande importanza nella vita delle persone creando un bisogno a cui è molto difficile sottrarsi. In soggetti cronicamente intossicati, la sospensione può provocare disturbi psicofisici con depressione, tremori, debolezza, disturbi gastrointestinali.

GLI EFFETTI DOPO L’ASSUNZIONE DI ECSTASY


1.      L’ecstasy agisce circa 30 minuti dopo l’assunzione. Provoca brevi impeti di gioia accompagnati talvolta da nausea. Il massimo dell’effetto si raggiunge circa un’ora dopo.

2.      Le sensazioni vengono intensificate e distorte. Gli effetti dell’ecstasy svaniscono dopo 3-4 ore. La droga fa credere alla persona che l’ha assunta di poter facilmente affrontare una conversazione impegnativa e di essere disinibita e spigliata nelle relazioni.

3.      Ciò che fa dell’ecstasy una droga diversa dalle altre è proprio la sensazione di capire ed accettare meglio gli altri. E’ come se venisse meno ogni barriera e le persone si sentissero meno inibite. 


LE CONSEGUENZE DERIVANTI DALL’USO DI ECSTASY


1.      Spesso dopo l’assunzione subentra la depressione. In Europa si sono verificati casi di decesso associati all’ecstasy.
2.      Il surriscaldamento da assunzione associato a serate in discoteca o altri locali chiusi e sovraffollati è causa di frequenti collassi. Alcune persone risultano estremamente sensibili all’ecstasy e per loro una sola dose può essere letale.
3.      Si pensa che l’ecstasy possa causare danni al fegato. Specialmente chi soffre di ipertensione, di problemi cardiaci, epilessia, asma, le donne in stato di gravidanza o coloro che fanno uso di antidepressivi devono assolutamente evitarne l’assunzione.
4.      Alcuni esperimenti dimostrano che l’uso può provocare lesioni cerebrali irreversibili.
LE PENE PREVISTE PER CHI FA USO DI ECXSTASY
Il possesso per uso personale comporta sanzioni amministrative (sospensione della patente, passaporto, porto d’armi). Il giudice valuta, caso per caso, in base alla quantità ed alle circostanze, quando il possesso può essere considerato “per uso personale”. La vendita, l’acquisto ed il possesso per uso non personale sono reati, punibili con la reclusione da 8 a 20 anni ed una multa da 50 a 500 milioni. Per grandi quantità è previsto l’arresto. 
LA CURA DELLA DIPENDENZA DA ECXSTASY
Alcune persone, anche se raramente, smettono di usare l’ecstasy da sole ma la maggior parte ha bisogno d’aiuto. Spesso chi usa droghe non riconosce di avere un problema serio da risolvere. Questa è una delle caratteristiche principali della patologia che spesso compromette la possibilità immediata di interrompere l’uso di droga. In questi casi la cosa più importante è evitare in tempo tutti i rischi ed i danni derivanti dall’uso della droga (e dal fabbisogno economico ad esso correlato), come ad esempio la prostituzione, le attività criminali, le infezioni e la morte per incidente. ? Chi usa droghe deve essere aiutato e non emarginato perché per vincere la patologia da cui dipende non basta solo la sua volontà. ? Per curarsi esistono appositi servizi pubblici (SER.T.) a cui ci si può rivolgere anche in anonimato. 
LA MIGLIOR DIFESA È NON USARE DROGA.
LE DROGHE SONO SEMPRE NOCIVE 

Nessun commento:

Posta un commento